Al Salone del Libro di Torino (18-22 maggio) ci sarà anche l’Isola del Silenzio: la lettura e la scrittura, del resto, sono attività collegate a una dimensione di raccoglimento…

Al Salone del Libro di Torino, giunto alla 30esima edizione (18-22 maggio) ci sarà spazio anche per l’Isola del Silenzio, una struttura costruita con materiali rinnovabili e pensata per regalare al visitatore l’esperienza del silenzio, tanto rara nel mondo moderno, ma fondamentale all’interno della produzione artistica: del resto, anche la lettura e la scrittura sono attività collegate a una dimensione di raccoglimento, e quindi di silenzio.

L’esperienza, come riporta il sito di Lettura rinnovabile, sarà a disposizione di circa 2mila persone, che dovranno essere in possesso di una delle “Banconote da Dieci Minuti di Silenzio – stampate su speciale carta filigranata.

Inoltre, l’Isola del Silenzio ospita la mostra Libri senza parole, selezione di “Silent Books” proposti da Ibby Italia e dal Laboratorio d’arte del Palazzo delle Esposizioni e, da giovedì 18 a domenica 21 maggio,
offrirà a 12 persone, che si iscriveranno preventivamente, un Laboratorio di parole taciturne, realizzato in collaborazione con Accademia del Silenzio.

Non è finita. Giovedì 18 maggio, alle 16.30, in Sala Editoria si terrà l’incontro Presentazione dell’Isola del Silenzio, a cui parteciperanno Duccio Demetrio, accademico e scrittore, Alessio Battistella, (l’architetto che ha progettato l’Isola del Silenzio), Luca Giarmanà, vincitore dell’Italian Book Challenge 2016. Moderatore sarà l’editore di marcos y marcos Marco Zapparoli.

Giovedì 18 maggio, ore 18.45, nell’Isola del Silenzio (padiglione 1, stand B25), è in programma la prima sessione del Laboratorio di parole taciturne, a cura di Duccio Demetrio, con Luca Giarmanà.

Lunedì 22 maggio, il funambolo e recordman Andrea Loreni racconterà le sue traversate a grandi altezze. E il bisogno di silenzio per appoggiarsi al vuoto. In collaborazione con Torino Spiritualità e Superfestival.

Venerdì 19 maggio, dalle ore 11 alle 13, nella Sala Gialla sarà il momento di Booksound: due ore di spettacolo dedicato alla lettura ad alta voce in compagnia degli African Griot, dello scrittore e compositore Carlo Boccadoro, del rapper Shade, dei lettori volontari BookSound, degli allievi della scuola di doppiaggio O.D.S. e di LaAV.

E ancora, domenica 21 maggio, alle ore 14.30, presso lo spazio Book, l’incontro dedicato a “Letti di notte”, la notte bianca del libro e della lettura (quest’anno in programma sabato 17 giugno), con Zapparoli e Marco Rossari; legge Martina Tamburello, attrice doppiatrice.

Redazione Il Libraio

Questo articolo è apparso per la prima volta su IlLibraio.it.

Condividi: