logo_giro_def-2La lettura ad alta voce è anche la protagonista del Giro d’Italia in 80 librerie. Si tratta di una festa nell’Italia della lettura attraverso una mobilità sostenibile.

Eventi, incontri, giochi e letture, ma soprattutto pedalate per Il Giro d’Italia in 80 librerie. Letteratura rinnovabile guida una serie di tappe in giro per l’Italia dove a partecipare sono scrittori, librai, lettori, editori, traduttori, bibliotecari, nei luoghi più disparati come librerie, scuole, piazze, biblioteche.

Bici, libri e voci riempiono il viaggio per la promozione della lettura e la riscoperta del territorio.

L’ultima edizione, durante l’estate del 2016, ha esplorato parte della Lombardia e del Canton Ticino, seguendo il corso del fiume Ticino dalla sorgente fino a quando non confluisce nel Po, nei pressi di Pavia. Non sono mancate escursioni ad alta quota e discese ciclistiche che lungo il percorso hanno omaggiato i lettori e i non lettori con testi e sorprese speciali.

Nel 2015 il Giro ha attraversato la costa adriatica dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia mettendo in scena Chi l’ha detto?, una serie di spettacoli dedicati a 11 classici della letteratura internazionale. Sui palchi si sono alternati attori, musicisti, lettori, librai, bibliotecari, professori. Le sere del tour, invece, venivano illuminate da Il Giro della città in 80 minuti, una sorta di guida-documentario alle città visitate.

Nel maggio del 2014 il percorso scelto andava da Aosta a Roma, 1200 chilometri attraverso l’antica via Franchigena. Durante le tappe, a darsi il cambio nella staffetta della lettura e della cultura, ci sono state librerie, biblioteche, scuole e autori come Andrea Vitali, Melania Mazzucco, Paolo Cognetti, Giuseppe Culicchia, Camilla Trinchieri, Antonio Pascale.

Nel 2013, in occasione dei mondiali di ciclismo, il Giro ha visitato la Toscana con 11 tappe, passando per Pisa e Firenze.

Tutti i dettagli sulle tappe, le edizioni passate e quelle future si trovato sul sito del Giro d’Italia in 80 librerie.

Condividi: